Immortali e meravigliosi

Vita movimentata la mia, ricca di esperienze, molte volte devastanti. A volte non mi rendo neanche conto di quante cose so fare, non ci penso mi vengono spontanee. L’errore più grande che ho fatto è stato pensare che “se capivo io, avrebbero capito tutti “. Ora so che non è proprio cosi… Ognuno ha il suo livello, ognuno la propria esperienza, ognuno fa le proprie scelte .

Sorrido, quando penso che siamo stati castigati al massimo con “ IL LIBERO ARBITRIO”. La prima  “parolina” che ho detto è “perché “, e la mia vita ha cominciato a prendere forma. Sincerità, giustizia,volontà, sono i miei ideali. Provate ad immaginare come si può vivere così in questo mondo o forse lo sapete già. Ho raccolto delusioni, dolore, rabbia. In famiglia, nel lavoro, nell’amore, nell’amicizia. Ero sempre in guerra, non venivo mai scelta, aggressiva per difesa e con il cuore a pezzi. Volevo solo essere amata come tutti, cosa avevo di sbagliato? Così cominciano la frustrazione, l’insicurezza, la paura. Ti arrabbi con DIO. “ Sono nata solo per soffrire?”. Il corpo di conseguenza si trasforma, compaiono sintomi, malattie, che viviamo poi come un secondo castigo.

Il mio “ perché” mi ha salvata. Sono andata a cercare, volevo capire, volevo delle risposte. L’universo ha ascoltato le mie preghiere, e nella mia vita sono apparse varie persone capaci e di spessore, ognuna con la propria ricchezza, esperienza e sapienza. Ho raccolto, imparato, ho curato il corpo, ma non era ancora abbastanza. Mente, corpo  e spirito, il tre che diventa uno e cioè L’ESSERE..

Ecco che un giorno di sei anni fa appare sul mio cammino quest’uomo: L’alchimista. Penso al classico “ciarlatano “ prima, brasiliano poi, sembrava cosa già definita e mi documento nel suo passato per trovare il difetto. Invece mi sono trovata davanti un uomo straordinario, un insegnate incredibile, una sapienza oserei dire a volte non di questo mondo. Ho cominciato a studiare con lui partendo dall’inizio : “ Sia fatta luce, e luce si fece “.

L’alchimia, la madre da dove tutto è cominciato, dove niente è escluso: si studia tutto. Nulla di incomprensibile, credetemi, io ho fatto solo la terza media. Impegnativo sicuramente, ma entusiasmante! Alchimia è la traduzione di “SOLVET E COAGULA”, che significa dissolvi e ricomponi.

Mi permetto di fare una citazione. Uno tra gli alchimisti più famosi è NICOLAS FLAMEL, al quale è stata accreditata la scoperta della  PIETRA FILOSOFALE, che consisteva nell’aver trovato la formula chimica di trasformare il piombo in oro. Questo perché alla sua morte aveva lasciato un’enorme eredità, e lui era solo un semplice scrivano.

La verità è che trasformare il piombo in oro è la sfida di tutti noi. Veniamo al mondo per evolvere, la vita ha le sue sfide e dobbiamo imparare ad affrontarle nel modo giusto, sapendo chi siamo e come siamo fatti, di cosa disponiamo e soprattutto cosa siamo venuti a fare qui. La vera pietra filosofale è il diamante perfetto che ogni essere deve diventare. Non sono esente da nulla anche sapendo, ma ora conosco la luce che mi appartiene, imparo dalla natura che mi circonda e sono grata di questa opportunità. L’alchimista mi ha donato un mazzo di chiavi e una alla volta ho aperto le porte del mio essere. Siamo un microcosmo nel macrocosmo, come è sopra è sotto…

Allora facciamo luce tutti insieme: niente più buio, perché siamo figli di Dio qualunque nome porti. Immortali e meravigliosi.

Barbara Tinello